Liveyourlive App Liveyourlive App Liveyourlive App on iTunes

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'utilizzo dei cookie è limitato alla gestione della sessione utente e a cookie di terze parti per raccolta di statistiche Per saperne di piu'

Accetto
Non Accetto
accedi non sei iscritto? registrati

Accedi al tuo account

Username *
Password *
Ricordami
Registrati usando:

Crea un account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Cliccando il tasto Registrati, confermi di aver letto e accettato i Termini e Condizioni d'Uso.
Registrati usando:

festival

festival trovati :  330  |  festival caricati :  10

Visioninmusica raggiunge nel 2019 la sua XV edizione: un traguardo straordinario che viene celebrato con sette imperdibili concerti serali. L’intuito e l’intraprendenza del direttore artistico Silvia Alunni hanno reso possibile la composizione di un cartellone che brilla per la qualità di tutte le proposte, risultando perfettamente bilanciato in fatto di novità e tradizione. C’è il nuovo che avanza, la generazione di artisti che ha conquistato il successo tramite i talent show, di fianco a un cantautore che ha fatto la storia della musica leggera italiana, seguito da eventi chiaramente jazz, finestre internazionali, band d’avanguardia e nuove sonorità. Apre la stagione, venerdì 18 gennaio, un autentico pezzo di storia della canzone d’autore: Fabio Concato. Presentare una personalità del genere è superfluo ma una nota sul suo programma è d’obbligo: Concato offrirà al pubblico di Visioninmusica un compendio dei suoi 40 anni di attività artistica e musicale, espresso attraverso i suoi classici e i brani più recenti, arrangiati nuovamente e con gusto, in occasione di questa stagione di performance nei teatri. Serena Brancale, in scena venerdì 1 febbraio, è definita “elettrica, virtuosa e vulcanica”: tre aggettivi che danno solo un’idea di questo nuovo, travolgente, talento italiano dalla voce duttile e versatile, in grado di interpretare con disinvoltura musica soul, pop, funk, jazz e R'n'B. Per Visioninmusica presenta “Vita d’artista”, il suo ultimo progetto nonché il titolo dell’album di imminente uscita. Venerdì 15 febbraio sarà la volta di Anthony Strong: l’“English gentleman” che si ispira al pianismo di Oscar Peterson, Bill Evans, Wynton Kelly e alla vocalità di Frank Sinatra, Mel Torme e Nat King Cole. Un artista internazionale che sarà a Terni come tappa di un tour che ha toccato 26 paesi di 4 continenti. Venerdì 1 marzo andrà in scena una produzione originale Visioninmusica in collaborazione con l’Ente Concerti di Pesaro: per la prima volta in Italia, Baptiste Herbin sarà accompagnato dal Massimo Morganti Quartet in un concerto che gli amanti del jazz non possono perdere. Un’inedita combinazione, frutto di contatti e connessioni, interpreterà brani dalle suadenti atmosfere dall’album Dreams and Connection del talentuoso sassofonista francese. La serata sarà aperta alle 20:30 da un set del Luca Zennaro 5tet, una delle band vincitrici del Premio Tomorrow’s Jazz 2018, dedicato ai giovani talenti del jazz italiano, organizzato da Veneto Jazz nell’ambito del Bando Jazz promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Venerdì 15 marzo salirà sul palco dell’Auditorium Gazzoli Carmen Ferreri, frutto di quella fucina di talenti che è il primo talent show italiano: Amici. Il suo album “La Complicità”, distribuito dalla Universal Music Italia, è entrato direttamente al terzo posto della classifica FIMI dei dischi più venduti in Italia. Per i primi mesi del 2019 è prevista l’uscita del suo nuovo lavoro discografico: probabile anteprima a Visioninmusica. Venerdì 29 marzo arriverà FORQ: un quartetto strumentale statunitense i cui concerti dal vivo sono sempre esperienze formidabili e travolgenti. La sua musica è definita jazz fusion, ma ciò suona riduttivo: chi conosce Snarky Puppy può farsi un’idea delle loro sonorità, due dei suoi membri vengono da lì. “Thrēq” (da pronunciare come l’inglese “threek”) è il loro ultimo album. Si chiude venerdì 12 aprile con Simona Molinari e il suo Sbalzi d’amore tour. La passione per i musical di Broadway, l’amore per il jazz e l’improvvisazione, insieme ad una voce dalle sonorità afroamericane costituiscono la cifra stilistica di Simona Molinari, protagonista di un concerto dal taglio autobiografico che ripercorre la carriera di un’artista capace di collezionare prestigiose collaborazioni (Al Jarreau, Gilberto Gil, Peter Cincotti, Andrea Bocelli, Ornella Vanoni, Renzo Arbore, Massimo Ranieri ecc.) e preziosi riconoscimenti (Premio Mogol, il Premio Carosone, Premio Tenco ecc.). Tutti gli spettacoli si svolgeranno all’Auditorium Gazzoli di Terni con inizio alle ore 21:00, ad eccezione di quelli di Baptiste Herbin, Carmen Ferreri e Simona Molinari programmati per le ore 21:30. ABBONAMENTO A 7 SPETTACOLI: euro 120,00 (in vendita dal 22 novembre 2018) BIGLIETTI SINGOLI: INTERO: euro 30,00 e RIDOTTO*: euro 25,00 (spettacoli del 18 gennaio e del 12 aprile) INTERO: euro 25,00 e RIDOTTO*: euro 21,00 (spettacoli del 15 febbraio e del 15 marzo) INTERO: euro 20,00 e RIDOTTO*: euro 17,00 (spettacoli del 1 febbraio, 1 marzo e 29 marzo) *ridotti per Soci Visioninmusica 2019 e Soci Fai delegazione di Terni 2019. I biglietti per i singoli spettacoli saranno in vendita dal 3 dicembre 2018. Rivendita a Terni: New Sinfony - galleria del Corso, 12 - Terni Circuito nazionale: www.vivaticket.it PROMOZIONE NATALE 2018 (fino al 24 dicembre 2018): con un unico acquisto di almeno due spettacoli si ha diritto al biglietto ridotto. Visioninmusica 2019 è sostenuta da: MIBAC, Regione Umbria, Camera di Commercio di Terni e Fondazione Carit. Supporter 2019: All Food, Farmacia Betti, Fucine Umbre, Avis Comunale Terni, Hotel Michelangelo, Bar Umbria, Ristorante “Bettolone”, STAS, Studio Foscoli Consulenza. Media partner 2019: Fedeltà del Suono, Costruire HiFi, Radio Galileo, Umbria 24, Umbria Eventi, Italia Jazz. Partner 2019: I-Jazz, Europe Jazz Network, Tomorrow’s Jazz, FAI Delegazione di Terni. ********** Associazione Visioninmusica tel. +39 0744 432714 cell. +39 333 2020747 @: info@visioninmusica.com www.visioninmusica.com Ufficio stampa Elisabetta Castiglioni tel. +39 06 3225044 cell. +39 328 4112014 @: info@elisabettacastiglioni.it www.elisabettacastiglioni.it

Musica USA made in Italy nella rassegna dedicata alla cultura americana con i concerti di Sara Berni Blues Band e Piji ElectroSwing Project OnStage! festival, la rassegna in lingua originale nata con lo scopo di veicolare in Italia la cultura americana attraverso workshop, spettacoli, letture e incontri, si arricchisce di una sezione musicale presentando all’interno del calendario due concerti improntati ad un repertorio USA reinterpretato da musicisti italiani. Si tratta della Sara Berni Blues Band, in programma venerdì 24 gennaio 2019 alle ore 22:00 all’Off Off Theatre di Roma, e del Piji ElectroSwing Project, in scena domenica 27 gennaio alle ore 20:30 (stessa location) a chiusura del festival. La Sara Berni Blues Band, composta da Sara Berni (voce) – Egidio Marchitelli (chitarre) – Muzio Marcellini (tastiere) – Mimmo Catanzariti (basso) – Gianni Polimeni (batteria), rappresenta uno tra i più interessanti gruppi blues italiani: ha saputo creare una forte identità musicale reinterpretando una matrice statunitense ed inserendo in repertorio tutti i classici del genere, con una scaletta appositamente concepita per raccontare una storia del blues “nostrano”. Dal 2014 la Sara Berni Blues Band è considerata dal Big Mama di Roma, l'House of Blues italiana, la migliore band rappresentativa del genere per il nostro paese e viene programmata ogni mese. Tra le collaborazioni vanta Dean Bowman, solista degli Screaming Headless Torsos. http://www.sarabernibluesband.com/ Piji ElectroSwing Project è formato da Piji (voce, chitarra manouche), Gian Piero Lo Piccolo (clarinetto), Egidio Marchitelli (live electronics & chitarra elettrica), Francesco Saverio Capo (basso) e Andy Bartolucci (batteria). Il concerto proposto mescola la canzone d’autore italiana a jazz moderno, swing ed elettronica: una matrice decisamente statunitense per un progetto tutto italiano, in cui il fraseggio d’antan del clarinetto si unisce ai suoni più moderni delle chitarre elettriche, dei loop elettronici e degli effetti in tempo reale, alla solidità funambolica del basso e all’innovativo incastro ritmico tra elettronica e batteria acustica. http://www.piji.it/ OnStage! festival 21-27 gennaio 2019 Ingresso agli spettacoli: € 15 intero, € 12 ridotto, € 10 convenzioni Abbonamento libero a 6 ingressi a 80 Euro Ingresso libero a letture, mise en espace e incontri Maggiori info su: www.onstagefestival.it Informazioni: info@onstagefestival.it Prenotazioni e prevendita: Off-Off Theatre, biglietteria Via Giulia, 20 – Tel. +39.06.89239515 – off-offtheatre.com Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni +39 06 3225044 - +39 3284112014 – info@elisabettacastiglioni.it

La data
17 dicembre Roma, Auditorium Parco della Musica

Caracas
Caracas "? il risultato di una fertile partnership tra Valerio Corzani (Mau Mau, Mazapegul, Gli Ex, Interiors) e Stefano Saletti (Novalia, Piccola Banda Ikona, Caf"? Loti, Sete Sois Sete Luas Orchestra).
I due hanno composto, arrangiato, suonato e prodotto l'album omonimo. Il filo rosso musicale dell"??intero progetto "? la sottolineatura "?" negli arrangiamenti e negli incastri ritmici - del "??levare"??. Una sorta di benefico galleggiante sonoro che ha permesso ai due di intraprendere un mirabolante viaggio alla ricerca di una sorta di cosmopolitismo degli strumenti, degli idiomi e delle musiche.Un progetto world-reggae con tappa di partenza il Mediterraneo per circumnavigare il globo terracqueo con la prua puntata sul meticciato sonoro e sulle alchimie ritmiche. Il reggae, dunque la Giamaica, utilizzando gli stilemi di quella musica per incrociare soluzioni nuove, aggiungere buone dosi di elettronica e scomodare anche molti altri bacini etnici (dal deserto Tuareg alla Turchia sufi, dalle Hawaii al Sudamerica, da certo soul-jazz statunitense agli ibridi dub della britannica Onusound"??).

Fondazione Musica per Roma, IMF Foundation presentano il Roma Gospel Festival, tra i pi"? importanti festival internazionali, presenta anche quest"??anno una selezione dei migliori gruppi di gospel e spiritual provenienti dagli Stati Uniti. Nell"??arco della rassegna saranno presentate le proposte pi"? attuali di un genere musicale ormai consolidato e diffuso nel mondo, caratterizzato da una profonda carica di gioiosa spiritualit"?. Il festival, diretto da Mario Ciamp"?, "? ormai un appuntamento fisso all"??Auditorium Parco della Musica, imprescindibile per tutti gli appassionati di questa particolare forma di espressione musicale e spirituale.

Le date
dal 21 al 31 dicembre Roma, Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli

Il programma
19 maggio - La gran regina degli angeli
28 giugno - Concerto sinfonico ORT Rustioni
29 giugno - Tango jazz
30 giugno - Musica da camera
1 luglio - Dosto e Yevski in Rap-sodia
23 luglio - Silvia Chiesa Amiata Music Master
27 luglio - Piano Jazz
28 luglio - Telemann virtuoso Il Rossignolo
30 agosto - Concerto quattro pianoforti e orchestra
31 agosto - Rapsodia in blu
1 settembre - Italian Saxophone Quartet
2 settembre - Musica da camera
8 dicembre - Petite Messe Solennelle
9 dicembre - Il valzer da Vienna a Budapest

EUROPAVOX, il Festival che dal 2006 ogni anno a Clermont-Ferrand, Francia, promuove e celebra la creativit"? musicale europea, torna nel cuore della nostra citt"? nella sua declinazione italiana.
Come Estragon Club siamo da anni partner attivi di questo meraviglioso progetto e non vediamo l'ora di farvi sentire le migliori band selezionate dal circuito di EUROPAVOX, anche quest'anno in una location d'eccezione come il Teatro Comunale in Piazza Verdi.

Le date
7 e 8 dicembre Bologna, Teatro Comunale

Vi offriamo un sabato musicale tout court con vin brulé e dolci natalizi! Nel cortile del Museo Storico dei Bersaglieri (Piazzale di Porta Pia, Roma), sabato 1 dicembre a partire dalle ore 17 si celebrerà la FESTA DELL'ALBERO DEL BERSAGLIERE! Questo il programma: alle ore 18,30 concerto dei 7Hills Gospel Choir, alle ore 19 Fanfara dei Bersaglieri e alle ore 21 il concerto "Stellette sotto l'Albero" della Banda musicale dell'Esercito Italiano diretta dal Maestro Antonella Bona. Vi aspettiamo per illuminare insieme l'albero insieme ai nostri amici Bersaglieri! Ingresso libero ai tutti. Un saluto e buona giornata! Elisabetta +39 06 3225044 - +39 328 4112014 - info@elisabettacastiglioni.it

Il programma

12 ottobre Firenze, Teatro Verdi - Paolo Fresu & Gianluca Petrella + "?'handlogic
19 ottobre Firenze, Sala Vanni - Beppe Scardino BS10
26 ottobre Firenze, Sala Vanni - Iverson/Turner + Michelangelo Scandroglio "In the Eyes of the Whale"
2 novembre Firenze, Sala Vanni - Pipe Dream
9 novembre Firenze, Sala Vanni - Jakob Bro Trio + Evita Polidoro "Mirror"
16 novembre Firenze, Sala Vanni - Stefano Tamborrino Seacup
23 novembre Firenze, Sala Vanni - Craig Taborn Solo Piano + Samuele Strufaldi & Tommaso Rosati
30 novembre Firenze, Sala Vanni - Gabriele Mitelli ONG "Crash"

Le date
dall'1 al 28 novembre Roma, Auditorium Parco della Musica

Dal 20 ottobre al 26 novembre, il Festival Milano Musica Gy"?rgy Kurt"?g. Ascoltando Beckett sviluppa "?" in 22 concerti/spettacoli, incontri di approfondimento e un"??anteprima che coinvolge le periferie milanesi "?" tre linee principali: il dialogo di Kurt"?g con grandi compositori del passato e del Novecento (Schubert, Bart"?k, Stravinskij, Ligeti, Castiglioni); la presenza di tematiche capitali del moderno (l"??idea di fine, di voce, di parola) nell"??opera del compositore ungherese, con particolare riferimento all"??universo beckettiano; le risonanze che il pensiero di Beckett provoca nell"??immaginario di autorevoli compositori di oggi.

Tra i protagonisti: la Filarmonica della Scala, diretta dal giovane talento ungherese Madaras; l"??Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, che torna al Teatro alla Scala dopo il successo del debutto nello scorso Festival, diretta da Holliger con il pianista Pierre-Laurent Aimard. Al centro del Festival, Samuel Beckett: What is the Word di Kurt"?g con l"??Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi diretta da Sylvain Cambreling. Per la musica da camera e vocale: il Quartetto Prometeo, l"??Ensemble Orchestral Contemporain, in due concerti diretti rispettivamente da Andrea Pestalozza e Daniel Kawka, Les Cris de Paris con l"??integrale dei brani a cappella di Kurt"?g, omaggiato anche da Antonio Ballista e Bruno Canino.

Ai concerti sinfonici, cameristici e di musica elettronica del percorso What is the Word "?" a partire dall"??omonimo brano di Kurt"?g Samuel Beckett: What is the Word "?" si alternano le incursioni di Games, j"?t"?kok, giochi, ciclo dedicato a scatole sonore e strumenti meccanici, circo contemporaneo, teatro musicale, giovane pubblico e giovani interpreti.

Page: 2 Carica altri festival
Caricamento in corso...
basta un click
Basta un click!