Liveyourlive App Liveyourlive App Liveyourlive App on iTunes

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'utilizzo dei cookie è limitato alla gestione della sessione utente e a cookie di terze parti per raccolta di statistiche Per saperne di piu'

Accetto
Non Accetto
accedi non sei iscritto? registrati

Accedi al tuo account

Username *
Password *
Ricordami
Registrati usando:

Crea un account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Cliccando il tasto Registrati, confermi di aver letto e accettato i Termini e Condizioni d'Uso.
Registrati usando:

home

on air

Noi che siamo social, viviamo per vivere la musica, è lei essenzialmente il nostro denominatore comune.

Amiamo stare accesi in un concerto vivente, sintonizzati, armonizzati, sempre on line.

Condividiamo il suono sincronizzando gli eventi. Vivi il live con chi si compiace di convivere in musica!

Liveyourlive è il social network dove cerchi, trovi, ascolti e prenoti, in una parola, vivi il tuo prossimo concerto. LIVE!

news e recensioni

  • Visite: 27
    Categoria: News
    mar, 23 ottobre 2018

    Le Vie del Jazz - ottobre/dicembre 2018

    Scuola Popolare di Musica di Testaccio
    dal 27 ottobre al 1 dicembre 2018 ore 18,30
    Sala Concerti 
    Piazza Orazio Giustiniani, 4/a (ex mattatoio)

    Le Vie del Jazz
    Un viaggio tra le diverse anime del jazz moderno

    La Scuola Popolare di Musica di Testaccio presenta l’edizione autunnale de "Le vie del jazz", viaggio tra le diverse anime del jazz moderno.

    Verranno toccate, conosciute ed ascoltate le varie “anime” del jazz e le molteplici culture che, partendo dal blues e dal gospel, hanno via via arricchito questo linguaggio fino a renderlo un vero e proprio esperanto della musica.
    Un linguaggio comprensibile in quasi ogni parte del mondo, un luogo di trasformazione ed un veicolo di incontro culturale senza precedenti.
    Un inedito racconto della storia del jazz attraverso i contesti storici e culturali che hanno generato influenze, commistioni, geniali intuizioni, contaminazioni affidato a un gruppo di musicisti che illustrerà gli incontri con ascolti guidati, filmati e musica dal vivo realizzati come veri e propri “racconti concertati”.

    Tutti gli incontri sono a ingresso libero.

    Programma:

    - Sabato 27 ottobre 
    Jazz e musica tradizionale balcanica. 
    A cura di Federico Pascucci
    Jazz and Balkan Traditional Musik.

    Federico Pascucci East Trio :
    Federico Pascucci, sax tenore
    Mihail Ivanov, contrabbasso
    Riccardo Gambatesa, batteria

    - Sabato 3 novembre
    La musica afroamericana negli anni ’60 e ‘70.
    A cura di Mauro Verrone
    Una esplorazione nel repertorio Soul, Funk e Rhythm and Blues.

    Mauro VerroneQuintet:
    Mauro Verron, sassofoni
    Claudio Corvini, tromba
    Roberto Nicoletti, chitarra
    Vincenzo Lucarelli, organo Hammond
    Massimiliano De Lucia, batteria

    - Sabato 10 novembre
    Cortocircuiti
    a cura di Stefano Cardi 
    Gunther Schhuller e la Third Stream: un incontro tra il jazz e la musica contemporanea. Musiche di Gunther Schuller e Mauro Cardi/Antonio Apuzzo

    Freon Ensemble: 
    Massimo Bartoletti, tromba
    Rodolfo Rossi, percussioni
    Indiana Raffaelli, contrabbasso
    Stefano Cardi, chitarra e direzione

    OrselliApuzzo Lalla Trio: 
    Antonio Apuzzo, sassofoni e clarinetti 
    Sandro Lalla, contrabbasso 
    Mauro Orselli, batteria

    - Sabato 17 novembre
    Jazz at The Opera 
    a cura di Gaia Possenti
    Elaborazione in chiave jazzistica di arie d’opera dal barocco a Gershwin

    Possenti – Arcari Duo:
    Cristiana Arcari, soprano
    Gaia Possenti, pianoforte

    - Sabato 24 novembre
    Interplay: Lost jazz conceptions 
    a cura di Carlo Cittadini 
    Viaggio nella rivoluzionaria concezione musicale che trasformò il modo di suonare jazz nei primi anni ‘60

    Carlo CittadiniTrio:
    Carlo Cittadini, pianoforte
    Stefano Priori, contrabbasso 
    Ivo Mannu, batteria

    - Sabato 1 dicembre
    Jazz e Musica Italiana 
    a cura di Roberto Nicoletti
    Un recupero del repertorio “ballabile” italiano attraverso la riscoperta in chiave jazzistica delle canzoni e dei brani praticati dai “musicanti italiani” negli anni ’30 e ’40.

    Mandolins Like Salami:
    Fabio Menditto, mandolino
    Nicola Puglielli e Roberto Nicoletti, chitarre
    Lorenzo Mancini, contrabbasso 

    INGRESSO LIBERO
    info: www.scuolamusicatestaccio.it - tel. 3601025779 (solo SMS e Whatsapp)
    Leggi
  • Visite: 14
    Categoria: News
    ven, 19 ottobre 2018

    Up & Down con Paolo Ruffini

    Mercoledì 14 novembre presso il Teatro Alfieri di Torino andrà in scena Up & Down con Paolo Ruffini e 6 attori della compagnia Mayor Von Frinzius, compagnia teatrale livornese composta da 97 attori, metà di essi sono persone con disabilità.
    Un vero e proprio happening comico e al tempo stesso emozionante che parla delle relazioni: ironia e irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità.
    Tutto il ricavato della serata sarà destinato al Foyer Bethléem di Port au Prince ad Haiti dove l'Associazione Onlus Madian Orizzonti cura, offre una casa e tre pasti al giorno a 100 bambini disabili. Nel Foyer Bethléem sono accolti 100 bambini di età tra i 6 ed i 19 anni.     INFO:   Teatro Alfieri: Piazza Solferino, 4 Torino apertura porte 20.30 inizio spettacolo 21.00   PREZZI: € 23,00- € 29,90- € 34,50   I biglietti sono in prevendita Ticketone, Piemonte Ticket e Teatro Alfieri (sito e punti vendita) e presso la Sacrestia della Chiesa San Giuseppe (Via Santa Teresa, 22). Diffidate dai canali di vendita non ufficiali! Biglietti scontati del 20% per possessori di tessera AICS, abbonati del Teatro Alfieri e studenti universitari.
    Leggi
  • Visite: 14
    Categoria: News
    ven, 19 ottobre 2018

    Alexanderplatz Jazz Club

    Inaugurazione stagione 2018/2019     L'ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB, lo storico locale di Roma fondato nel 1984 e considerato uno dei 100 migliori locali jazz al mondo, riapre i battenti da GIOVEDI 18 OTTOBRE 2018. Ospite della serata inaugurale per la stagione 2018/2019 sarà il batterista ROBERTO GATTO accompagnato da ALESSANDRO PRESTI alla tromba DOMENICO SANNA al piano e MATTEO BORTONE al basso. A seguire, VENERDI 19 i DOCTOR 3: DANILO REA al piano ENZO PIETROPAOLI  al basso e FABRIZIO SFERRA alla batteria. SABATO 20 sarà la volta del  CHIHIRO YAMANAKA TRIO omaggio a OSCAR PETERSON: CHIHIRO YAMANAKA al piano LUCA BULGARELLI al basso e CHARLES BURCHELL alla batteria. Domenica 21 saliranno sul palco dell'Alexander platz: JOY GARRISON voce CLAUDIO COLASAZZA al piano e FRANCESCO PUGLISI al basso.   Durante il corso della stagione, la programmazione dello storico jazz club romano AlexanderPlatz, decide di fare dei "focus" specifici a cadenza regolare.  Per iniziare, la rassegna chiamata "Voice Anatomy", che sarà inaugurata domenica 21 ottobre dalla nota cantante Joy Garrison, figlia d'arte del celeberrimo contrabbassista Jimmy Garrison. Joy ha accompagnato la crescita dell'AlexanderPlatz, esibendosi regolarmente con diversi dei suoi progetti e rappresenta quindi, una delle pietre miliari, uno dei volti di questo magico luogo. La rassegna "Voice Anatomy" si svolgerà ogni domenica sera ed ospiterà voci note e più giovani del panorama nazionale ed internazionale, dando spazio e visibilità ai progetti e alla creatività dei musicisti che li porteranno sul palco. Altra rassegna sarà quella dedicata ai cantautori italiani, che partirà invece il 26 ottobre inaugurata da Nicoletta Castracane. Dalle parole della stessa Castracane "Si tratta di una nuova lettura dei miei lavori discografici originali “Oltremare” e “Tosti, oggi” con due chitarre e un contrabbasso. “Sguardi oltre il mare” è il titolo di una ricerca in jazz che dall’idea del mare, esplora sonorità jazz-etniche, con incursioni anche nella prima produzione di Pino Daniele. L’esecuzione in acustico intercetta il jazz originale e raffinato di Luigi Blasioli, la ritmica eclettica di Daniele Greco e il sound creativo ed eccentrico di Fabio Greco."    Dopo una stagione di inattività, lo spirito avventuriero, il coraggio d'avanguardia della famiglia Rubei continua ad esprimersi attraverso Eugenio Rubei, figlio dell'indimenticabile Giampiero che, commenta così questa riapertura:  “Rendere immortale il lavoro quarantennale di mio padre e dare alla città di  Roma un luogo di reale aggregazione del mondo del jazz, che accompagni le generazioni attuali e possa essere in grado di andare oltre. Questo è il  vero messaggio, il vero obiettivo della riapertura dell'AlexanderPlatz, che anche nel 2018 ha ricevuto il premio Downbeat e il prestigioso Django d'or. L'AlexanderPlatz potrà dunque continuare ad essere lo spazio principe per i musicisti di tutte le età e provenienze".  Con la sua riapertura l’Alexanderplatz farà scoprire a tutti un tratto innovativo, estetico e non solo, che parte dall’originale cucina a vista e arriva alla ristrutturazione del bar.
    Gabriele Geri e Angela Buono, registi del cambiamento, sempre sotto l'occhio attento del Presidente Eugenio Rubei, hanno puntato sull’unicità del locale, con un giusto mix di esperienza e sperimentazione sia in sala che dietro le quinte. Attraverso le sapienti mani dello chef Davide Boggian il menù sarà basato sull’essenzialità e sulla qualità dei sapori con un occhio di riguardo alla selezione delle materie prime e alla loro stagionalità, puntando a una cucina piena di creatività che non rinuncia ad essere semplice. Discorso che viaggia di pari passo al rinnovo del bar, dove l’ospitalità e gli alti standard qualitativi saranno garantiti da Fabrizio Valeriani, classe 1972, capace di approntare una drink-list unica nel suo genere grazie a distillati selezionati, attenzione particolare a vermouth e bitter's, e una linea creata ad hoc per il mondo del jazz con ‘twist on classic’ pensati per lo storico locale romano.   Roberto Gatto, nato a Roma il 6 ottobre 1958, debutta, nel 1975, con il Trio di Roma (Danilo Rea, Enzo Pietropaoli) e da allora ha suonato in tutta Europa e nel mondo con i suoi gruppi e a fianco di artisti internazionali. Oltre ad una ricerca timbrica raffinata e a una tecnica esecutiva perfetta, i gruppi a suo nome sono caratterizzati dal calore tipico della cultura Mediterranea; questo rende senza dubbio Roberto Gatto uno dei più interessanti batteristi e compositori in Europa e nel mondo. E’ sicuramente il più rinomato batterista Italiano all’estero e vanta importanti partnership con artisti del mondo del jazz e non solo.   Doctor 3 è un trio jazz italiano formato da Danilo Rea al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso e Fabrizio Sferra alla batteria. La formazione è nata nel 1997 in occasione del primo disco, The Tales of Doctor 3, giudicato miglior album italiano dell'anno dalla rivista Musica Jazz nel 1998. La stessa rivista con l'annuale referendum Top Jazz li ha anche dichiarati miglior gruppo jazz italiano nel 1999, 2001 e 2003. 
    Il gruppo ha inciso diversi dischi, con la caratteristica di sfruttare la canzone italiana come elemento necessario allo sviluppo improvvisativo. Il progetto utilizza materiali musicali eterogenei per una rilettura originale in chiave jazz: da Pietro Mascagni a Sting, dai Beatles ai Red Hot Chili Peppers, da Domenico Modugno a Tom Waits.   Chihiro Yamanaka è tra le pianiste più importanti della scena jazz contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni si è esibita in piano solo, in trio e con Orchestra nelle sale più importanti del mondo. Swing, ritmo, fender rhodes sparsi tra le pieghe dei suoi brani. Una giostra infinita di soluzioni musicali mai scontate, sorprendenti. Il tutto condito da una tecnica pianistica invidiabile e da uno stile impeccabile. Così capita che la musica di Chihiro Yamanaka si ascolti che è un piacere, tra standard e temi originali che sanno farsi apprezzare. Altro particolare non trascurabile, è il senso della melodia, alcuni critici la paragonano a Petrucciani, altri ad Oscar Peterson. Non è un caso che sia una dei giovani musicisti più richieste dal gotha del jazz internazionale.        ALEXANDERPLATZ via Ostia 9 - Roma Info e prenotazioni:  prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com  - tel. 06 83775604        alexanderplatzjazzclub.com www.facebook.com/alexander.platz.37/   www.instagram.com/alexanderplatzjazzclub/ twitter.com/aplatzjazz 
    Leggi

upcoming

Rating: 0 Voti
ci sarò

Rating: 0 Voti
ci sarò

eventi

info@fassa.com

sito web: http://www.fassa.com/IT/Eventi-Val-di-Fassa-Panorama-Music-Festival/

facebook: https://www.facebook.com/ValdiFassaPanoramaMusic/

 

Biglietti:

Tutti i concerti sono gratuiti

Il biglietto di andata/ritorno degli impianti di risalita è a carico dei partecipanti

Direttore artistico: Enrico Tommasini

Ufficio Stampa: Daniele Cecchini

cell. 348 2350217

e-mail: dancecchini@hotmail.com



Parafrasando i Rolling Stones, non è solo rock ’n’ roll: perché Val di Fassa Panorama Music alla musica aggiunge le piste da sci e i paesaggi dolomitici innevati, ingredienti che renderanno unica anche questa terza edizione del festival, che si terrà dal 24 marzo al 7 aprile in Val di Fassa.

Sport invernali letteralmente a pieno ritmo dunque, tra puro rock ’n’ roll, R&B, funk, soul, country, rockabilly. La musica in alta quota farà da colonna sonora alle ultime discese della stagione, combinando le emozioni sciistiche e quelle dei live.

In programma dieci concerti tutti a ingresso gratuito e con inizio sempre alle ore 12, ospitati sulle terrazze panoramiche nel cuore delle più note aree sciistiche dell’arco alpino: Baita Checco (ski area Catinaccio, Vigo di Fassa), Chalet Cima Uomo e Baita Paradiso (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Passo San Pellegrino), Chalet Valbona e Rifugio Le Cune (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Moena), Rifugio Ciampolin (ski area Belvedere, Canazei), Rifugio Al Zedron (ski area Buffaure, Pozza di Fassa), Rifugio Friedrich August (ski area Col Rodella, Campitello di Fassa), Rifugio Crepa Neigra (ski area Ciampac, Alba di Canazei), Rifugio Fodom (ski area Passo Pordoi). Tutti i luoghi dei concerti sono raggiungibili con gli sci ma anche semplicemente a piedi, arrivando direttamente con gli impianti di risalita.

Val di Fassa Panorama Music è organizzato dalle Società impianti a fune della Val di Fassa, in collaborazione con l’Azienda per il Turismo della Val di Fassa.



Val di Fassa Panorama Music 2018 prenderà il via sabato 24 marzo alla Baita Checco (ski area Catinaccio, Vigo di Fassa) con i Brown Style, il nuovo progetto soul ideato dal tastierista Michele Bonivento: i classici della Motown riletti con la massima intensità e un vero funky feel. In questa sua prima tappa, il festival incontrerà l’appetitosa manifestazione Happy Cheese, rassegna gastronomica organizzata da Strada dei Formaggi delle Dolomiti in collaborazione con l’Azienda per il Turismo della Val di Fassa, che dalle ore 11 proporrà gustosi aperitivi a base dei formaggi della valle e dei migliori vini del Trentino.

I Brown Style concederanno poi il bis domenica 25 marzo allo Chalet Cima Uomo (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Passo San Pellegrino, Moena).

Anche i Cinellis, guidati dal cantante e chitarrista Charlie Cinelli, saranno protagonisti su due palcoscenici. Giovedì 29 quello dello Chalet Valbona (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Moena) e venerdì 30 quello del Rifugio Ciampolin (ski area Belvedere, Canazei). Cinelli (che ha collaborato con Zucchero, Mina, Renato Zero, Riccardo Cocciante) spingerà i suoi musicisti in una creativa e scanzonata scorribanda nel repertorio rock ’n’ roll e country americano degli anni Cinquanta e Sessanta, riportando in pista i successi di Buddy Holly, Harry Belafonte, Elvis Presley, Chuck Berry…

Sabato 31 marzo alla Baita Paradiso (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Passo San Pellegrino, Moena) il festival incontrerà ancora una volta le degustazioni tipiche di Happy Cheese, sulle note dei Killbilly’s, un power trio capace di esplorare le mille sfaccettature e contaminazioni del rockabilly e di scatenare un divertimento adrenalinico ricco di omaggi alla surf music e il rock ’n’ roll.

La musica riprenderà lunedì 2 aprile al Rifugio Al Zedron (ski area Buffaure, Pozza di Fassa) coi Nine to Five e la loro selezione di hits e rarità del soul, l’R&B, il blues e il pop affidate all’interpretazione vocale di Evi Mair.

Mercoledì 4 aprile, il Rifugio Friedrich August (ski area Col Rodella, Campitello di Fassa) ospiterà un atteso ritorno al Val di Fassa Panorama Music, quello di Mr. Alex & the Mystery Train: scatenati, irrefrenabili, con le loro scalette a suon di Elvis Presley e derivati e la carismatica voce di Mr. Alex. Alzi la mano chi pensa di resistere senza mettersi a ballare.

Giovedì 5 aprile al Rifugio Crepa Neigra (ski area Ciampac, Alba di Canazei) torneranno a esibirsi i Killbilly’s.

Un estroverso personaggio da palcoscenico come il sassofonista e cantante James Thompson arriverà per dare un finale memorabile a Val di Fassa Panorama Music 2018. Solista prediletto di Zucchero, ma spesso anche al fianco di Paolo Conte, gli Stadio, Spagna, Mingardi, i Timoria, Thompson trascina i suoi musicisti, e con essi il pubblico, con le sue innate doti di showman. Il James Thompson Project attraversa i generi musicali con humor e soprattutto con un esuberante groove: dal pop-rock al soul, dallo smooth jazz fino alle calde sonorità caraibiche. Lo si ascolterà venerdì 6 aprile al Rifugio Le Cune (ski area Alpe Lusia San Pellegrino, Moena) e poi ancora sabato 7 al Rifugio Fodom (ski area Passo Pordoi).



PROGRAMMA



Sabato 24 marzo, ore 12

Baita Checco – ski area Catinaccio (Vigo di Fassa)

BROWN STYLE (funk, rhythm & blues, chillout)

dalle ore 11: “Happy Cheese”



Domenica 25 marzo, ore 12

Chalet Cima Uomo – ski area Alpe Lusia San Pellegrino (Passo San Pellegrino, Moena)

BROWN STYLE (funk, rhythm & blues, chillout)



Giovedì 29 marzo, ore 12

Chalet Valbona – ski area Alpe Lusia San Pellegrino (Moena)

THE CINELLIS (rock ’n’ roll, country)



Venerdì 30 marzo, ore 12

Rifugio Ciampolin - ski area Belvedere (Canazei)

THE CINELLIS (rock ’n’ roll, country)



Sabato 31 marzo, ore 12

Baita Paradiso – ski area Alpe Lusia San Pellegrino (Passo San Pellegrino, Moena)

THE KILLBILLY’S (rockabilly, rock ’n’ roll)

dalle ore 11: “Happy Cheese”



Lunedì 2 aprile, ore 12

Rifugio Al Zedron – ski area Buffaure (Pozza di Fassa)

NINE TO FIVE (funky soul)



Mercoledì 4 aprile, ore 12

Rifugio Friedrich August – ski area Col Rodella (Campitello di Fassa)

Mr ALEX & THE MISTERY TRAIN (rock ’n’ roll)



Giovedì 5 aprile, ore 12

Rifugio Crepa Neigra – ski area Ciampac (Alba di Canazei)

THE KILLBILLY’S (rockabilly, rock ’n’ roll)



Venerdì 6 aprile, ore 12

Rifugio Le Cune – ski area Alpe Lusia San Pellegrino (Moena)

JAMES THOMPSON PROJECT (funky, rhythm & blues, soul)



Sabato 7 aprile, ore 12

Rifugio Fodom - ski area Passo Pordoi

JAMES THOMPSON PROJECT (funky, rhythm & blues, soul)



***



Informazioni:

APT Val di Fassa

Strèda Roma, 36 – 38032 Canazei (TN)

tel.: 0462 609500

e-mail: info@fassa.com

sito web: www.fassa.com/ValdiFassaPanoramaMusic

Facebook: https://www.facebook.com/ValdiFassaPanoramaMusic/



Biglietti:

Tutti i concerti sono gratuiti

Il biglietto di andata/ritorno degli impianti di risalita è a carico dei partecipanti



Direttore artistico: Enrico Tommasini



Ufficio Stampa: Daniele Cecchini

cell. 348 2350217

e-mail: dancecchini@hotmail.com

Rating: 1 Voto
c'ero
basta un click
Basta un click!