Liveyourlive App Liveyourlive App Liveyourlive App on iTunes

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'utilizzo dei cookie è limitato alla gestione della sessione utente e a cookie di terze parti per raccolta di statistiche Per saperne di piu'

Accetto
Non Accetto
accedi non sei iscritto? registrati

Accedi al tuo account

Username *
Password *
Ricordami
Registrati usando:

Crea un account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Cliccando il tasto Registrati, confermi di aver letto e accettato i Termini e Condizioni d'Uso.
Registrati usando:

eventi

eventi trovati :  12  |  eventi caricati :  10

I 40 Fingers Guitar Quartet sono quattro brillanti chitarristi triestini accomunati dalla passione per lo strumento e grande abilit"? tecnica, con storie musicali diversissime, esplorano nel nome del fingerpicking nuovi universi sonori proponendo un vasto repertorio sia di brani originali sia di cover arrangiate per quattro chitarre.

Tutti ben noti per i loro numerosi progetti: Matteo Brenci (Jack Savoretti, Elisa, Jake Barker, The Topix), Emanuele Grafitti (Canto Libero), Marco Steff"? (Gipsy Quartet Remake), Andrea Vittori (The Winged Leaves), si sono fatti le ossa sui palchi importanti della loro citt"? natale, conquistando il pubblico del TriesteLovesJazz nell"??estate 2017 e di nuovo in Piazza Verdi per la rassegna Hot in the City nel 2018, dove hanno presentato l"??album di debutto e al Teatro Bobbio dove sono stati accolti da una standing ovation. Dal vivo la scaletta pesca dai brani originali di loro composizione e include alcune cover, oltre alla gi"? citata "??Bohemian Rhapsody"??, hanno riarrangiato per le loro quattro acustiche capolavori come "??Libertango"?? di Astor Piazzolla, "??Hotel California"?? degli Eagles, "??Sultans of Swing"?? dei Dire Straits, "??Africa"?? dei Toto, "??Tears in Heaven"?? di Eric Clapton, "??While my Guitar Gently Weeps"?? dei Beatles fino a "??L"??Estate"?? di Vivaldi, pi"? altre sorprese"??
La passione condivisa per il mondo del cinema e per le musiche dei film ha fatto s" che i quattro si cimentassero anche in una serie di interessanti arrangiamenti di famose colonne sonore tra cui la loro versione "??a 40 dita"?? dei due momenti principali dell"??opera di John Williams sulla saga di George Lucas (Star Wars), vale a dire il "??Main Theme"?? e la celeberrima "??Marcia Imperiale"?? che su Facebook ha avuto pi"? di 2 milioni di visualizzazioni.

Di recente hanno scelto di riarrangiare "??Bohemian Rhapsody"?? dei Queen: il risultato "? stato sorprendente! Tra i riconoscimenti ricevuti c"??"? stato quello dei Queen stessi che hanno inserito il link del video dei 40 Fingers con tanto di complimenti nel loro sito ufficiale. «Ci mandano spesso cover di canzoni dei Queen e ciascuna a suo modo "? unica e speciale, ma qualche volta qualcosa ci colpisce in maniera particolare e questa "? una di quelle volte. Grazie a Matteo, Emanuele, Marco e Andrea, o 40 Fingers come si fanno chiamare, per aver creato una versione stupenda di "??Bohemian Rhapsody"??. Buon Ascolto!»: questo si leggeva nella sezione news del cliccatissimo sito ufficiale dei Queen.

Le date:
20 gennaio Biella, Teatro Sociale
21 gennaio Ivrea, Teatro Giacosa
14 febbraio Padova, Teatro ai Colli
15 febbraio Busto Arsizio (Va), Teatro Sociale
27 febbraio Bolzano, Teatro Cristallo
28 febbraio Belluno, Teatro Comunale
18 marzo Bologna, Teatro Antoniano
20 marzo Pordenone, Auditorium Concordia
24 marzo Milano, Teatro San Babila
Rating: 0 Voti
ci sarò

La data
26 febbraio Milano, Legend

Rating: 0 Voti
ci sarò

La data
10 marzo Milano, Legend Club

Rating: 0 Voti
ci sarò

ABBAdream ripropone le canzoni in versione originale, eseguite interamente dal vivo da una band che supporta le due voci femminili.

Ma non "? solo la musica a fare grande uno spettacolo: numerosi cambi di abito, luci, video, coreografie ...

Un"??occasione per riascoltare i grandi successi di una band che ha segnato la storia della musica pop.









Rating: 0 Voti
ci sarò

Anastasio pubblica una release speciale che anticipa il nuovo album e il primo singolo ufficiale, Il fattaccio del Vicolo del Moro, che lo riporta a cimentarsi con una tipologia di brano con cui aveva gi"? incantato i fan: la trasposizione in forma di rap di grandi opere della tradizione italiana.

Dopo un lungo tour estivo e un altrettanto lungo periodo in studio, ha finalmente terminato la lavorazione del nuovo album, in uscita nel 2020. Un progetto che conterr"? tutte le diverse anime e sfaccettature che da sempre contraddistinguono l'artista: l'energia del rap puro e semplice, la freschezza dei suoi ventidue anni e l'incisivit"? della sua vena poetica e gli exploit nel cantautorato e nella letteratura. Il fattaccio del Vicolo del Moro, in particolare, "? liberamente ispirato al celebre monologo del 1911 del poeta romano Amerigo Giuliani (l'originale si intitola Er fattaccio), portato in precedenza al successo nella versione di Gigi Proietti. "? la confessione in prima persona di un assassino, che Anastasio interpreta con grande delicatezza e intensit"?; oltre che del testo, "? autore anche della linea melodica, mentre la produzione artistica "? stata curata da due pesi massimi del rap come Slait e Stabber oltre che da Alessandro Treglia.

Il rifacimento dei classici "? uno dei motivi per cui "? pi"? apprezzato da pubblico e critica, come di recente ha dimostrato la sua performance in prima serata su Raiuno, nel corso della trasmissione Una storia da cantare dedicata a Fabrizio De Andr"?, in cui ha riproposto un'intensa versione de La guerra di Piero vista dal punto di vista di un giovane soldato austriaco.

Nel 2020 Anastasio torner"? live con le prime due date a Roma e Milano.

Le date:
13 marzo 2020 Roma, Spazio Rossellini
31 marzo 2020 Milano, Fabrique

Attenzione! La disponibilit"? dei biglietti "? limitata.

Marco Anastasio, classe 1997, non ama parlare di s"?. Preferisce scrivere ci"? che pensa e tirarlo fuori con l"??urgenza del periodo in cui viviamo attraverso una scrittura originale, fatta di energia e rime, che rappresenta un unicum della scena italiana. Il suo primo singolo La fine del mondo, prodotto da Don Joe, ha gi"? conquistato il Disco Di Platino, debuttando al 1° posto su iTunes, Apple Music e Spotify e al 1° posto della classifica Fimi/Gfk. Fa parte dell'omonimo EP pubblicato a dicembre 2018 per Sony Music, che contiene anche i brani Ho lasciato le chiavi, Generale, Un adolescente, Autunno (feat. Bowland) e Costellazioni di Kekab. A febbraio 2019 ha pubblicato il singolo inedito Correre, presentato sul palco del Festival di Sanremo.

Rating: 0 Voti
ci sarò
Page: 2 Carica altri eventi
Caricamento in corso...
basta un click
Basta un click!