Liveyourlive App Liveyourlive App Liveyourlive App on iTunes

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'utilizzo dei cookie è limitato alla gestione della sessione utente e a cookie di terze parti per raccolta di statistiche Per saperne di piu'

Accetto
Non Accetto
accedi non sei iscritto? registrati

Accedi al tuo account

Username *
Password *
Ricordami
Registrati usando:

Crea un account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Cliccando il tasto Registrati, confermi di aver letto e accettato i Termini e Condizioni d'Uso.
Registrati usando:

eventi

eventi trovati :  7  |  eventi caricati :  7

Brad Mehldau "? salito alla ribalta giovanissimo negli anni Novanta. Pianista di formazione classica si "? presto convertito al jazz. A New York frequenta la Nuova Scuola per le Ricerche Sociali e ha come insegnanti i pianisti Fred Hersch, Kenny Werner e il batterista Jimmy Cobb. Incide il primo album intitolato Introducing nel 1995, un manifesto dei suoi successivi lavori in trio. Nel 1999 concepisce Elegiac Cycle, album solista, diverso dal solito, vagamente impressionista, postmoderno, minimale, dove sono udibili gli studi classici che impregnano la sua cultura musicale. Con Live in Tokyo conferma la maturit"? raggiunta come solista e la rivista statunitensa di jazz "??Down Beat"?? ne glorifica la sua arte premiandolo come miglior pianista jazz del 2004. Mehldau a volte "? confrontato con Bill Evans ma non gli piace il confronto, come spiega nell"??introduzione a The Art of the Trio IV. Paragonato anche a Keith Jarrett, descrive i lavori solisti di Jarrett pi"? come ispirazione che influenza. La sua formazione classica "? evidente, e spesso suona una diversa melodia con ciascuna mano, in insoliti metri quali 5/4 e 7/4. Nessuno come Mehldau, negli ultimi anni, ha rivoluzionato il mondo del pianismo jazz. Nessuno come lui riesce a condensare in un unico, inimitabile stile, la raffinatezza armonica, la ricerca introspettiva e la coralit"? della polifonia, frutto dell'assidua frequentazione della musica di Bach, e una pura creativit"?. La sua tecnica "? formidabile, non si limita al puro accompagnamento, ma offre costantemente un vero e proprio dialogo con la linea melodica principale, creando spunti sempre nuovi che poi prendono vita propria e danno un senso polifonico alla composizione.

La data
3 ottobre 2019 Roma, Auditorium Parco della Musica, Sala Sinopoli

Rating: 0 Voti
ci sarò

Fabrizio Moro torna live nel 2019 con 4 imperdibili appuntamenti nei palasport.

Le date:
12 ottobre Acireale (Ct), Pal"??Art Hotel
18 e 19 ottobre Roma, Palazzo dello Sport
26 ottobre Assago (Mi), Mediolanum Forum

Sul palco insieme a Fabrizio Moro ci sar"? la sua storica band: Claudio Junior Bielli (Pianoforte, Tastiere e Programmazioni), Roberto Maccaroni (chitarra e cori), Danilo Molinari (chitarra), Alessandro Inolti (batteria), Andrea Ra (basso e cori).

Rating: 0 Voti
ci sarò

Fabrizio Moro torna live nel 2019 con 4 imperdibili appuntamenti nei palasport.

Le date:
12 ottobre Acireale (Ct), Pal"??Art Hotel
18 e 19 ottobre Roma, Palazzo dello Sport
26 ottobre Assago (Mi), Mediolanum Forum

Sul palco insieme a Fabrizio Moro ci sar"? la sua storica band: Claudio Junior Bielli (Pianoforte, Tastiere e Programmazioni), Roberto Maccaroni (chitarra e cori), Danilo Molinari (chitarra), Alessandro Inolti (batteria), Andrea Ra (basso e cori).

Rating: 0 Voti
ci sarò

"Ci sono voluti 50 anni di vita e 25 di carriera per trovare non tanto il coraggio, quanto la voglia di decidere di fare un tour nei palasport. Ho sempre amato gli spazi pi"? raccolti, o la magia dei teatri..e continuer"? a farlo. Ma ho anche sempre avuto voglia di cimentarmi con sfide diverse, e a quanto pare le nuove canzoni sembrano spingermi in questa direzione".
Daniele Silvestri con un post sulle sue pagine social annuncia cos" la sua nuova avventura: il ritorno nel 2019 con una lunga tourn"?e nei palasport che scandisce i 25 anni di carriera e un nuovo progetto discografico ricco di suoni da "grandi spazi".

Cantautore, polistrumentista, produttore, Silvestri "? al tempo stesso uno dei migliori autori della musica italiana e in concerto un brillante entertainer, in grado di raccontare cose serie e appassionate senza sottrarsi ad arrangiamenti apparentemente leggeri e ironici, o viceversa.
Accompagnato da una band di eccezionali musicisti, Daniele Silvestri calcher"? i grandi palchi dei palasport per la prima volta nella storia dei suoi live-tour dopo il memorabile successo in trio con Max Gazz"? e Niccol"? Fabi nel progetto "Il Padrone della Festa" e dopo lo spettacolare concerto-evento tenuto lo scorso anno con Manuel Agnelli, Samuele Bersani, Carmen Consoli, Max Gazz"?, Niccol"? Fabi e Diodato, tutti suoi ospiti nelle oltre 3 ore di musica "Le cose in comune", che aveva entusiasmato il Forum di Milano.

Le date
25 e 26 ottobre Roma,Palazzo dello Sport
8 novembre Padova, Kioene Arena
9 novembre Rimini, RDS Stadium
15 novembre Bari, Palaflorio
16 novembre Napoli, Palapartenope
22 novembre Milano, Mediolanum Forum
23 novembre Torino, Pala Alpitour

Rating: 0 Voti
ci sarò

"Ci sono voluti 50 anni di vita e 25 di carriera per trovare non tanto il coraggio, quanto la voglia di decidere di fare un tour nei palasport. Ho sempre amato gli spazi pi"? raccolti, o la magia dei teatri..e continuer"? a farlo. Ma ho anche sempre avuto voglia di cimentarmi con sfide diverse, e a quanto pare le nuove canzoni sembrano spingermi in questa direzione".
Daniele Silvestri con un post sulle sue pagine social annuncia cos" la sua nuova avventura: il ritorno nel 2019 con una lunga tourn"?e nei palasport che scandisce i 25 anni di carriera e un nuovo progetto discografico ricco di suoni da "grandi spazi".

Cantautore, polistrumentista, produttore, Silvestri "? al tempo stesso uno dei migliori autori della musica italiana e in concerto un brillante entertainer, in grado di raccontare cose serie e appassionate senza sottrarsi ad arrangiamenti apparentemente leggeri e ironici, o viceversa.
Accompagnato da una band di eccezionali musicisti, Daniele Silvestri calcher"? i grandi palchi dei palasport per la prima volta nella storia dei suoi live-tour dopo il memorabile successo in trio con Max Gazz"? e Niccol"? Fabi nel progetto "Il Padrone della Festa" e dopo lo spettacolare concerto-evento tenuto lo scorso anno con Manuel Agnelli, Samuele Bersani, Carmen Consoli, Max Gazz"?, Niccol"? Fabi e Diodato, tutti suoi ospiti nelle oltre 3 ore di musica "Le cose in comune", che aveva entusiasmato il Forum di Milano.

Le date
25 e 26 ottobre Roma,Palazzo dello Sport
8 novembre Padova, Kioene Arena
9 novembre Rimini, RDS Stadium
15 novembre Bari, Palaflorio
16 novembre Napoli, Palapartenope
22 novembre Milano, Mediolanum Forum
23 novembre Torino, Pala Alpitour

Rating: 0 Voti
ci sarò

Le date
7 novembre Pozzuoli (Na), Duel Beat
8 novembre Modugno, Demode' Club
14 novembre Roma, Largo Venue
15 novembre Firenze, Auditorium Flog
17 novembre Torino, Hiroshima Mon Amour
22 novembre Bologna, Estragon
23 novembre Padova, Hall
28 novembre Milano, Alcatraz

Rating: 0 Voti
ci sarò

A due anni dal loro ultimo tour nel nostro paese, gli Archive faranno tappa in Italia per festeggiare con i fan i primi 25 anni di attivit"?.

Le date
2 dicembre Bologna, Zona Roveri
3 dicembre Roma, Auditorium Parco della Musica
4 dicembre Milano, Alcatraz

Gli Archive sono un collettivo britannico nato nel 1994 a Londra da un"??idea di Darius Keeler e Danny Griffiths, che comprende, oltre i due fondatori, artisti individuali come Pollard Berrier, Rosko John, Dave Pen, Maria Q, Holly Martin, Steve Harris, Jonathan Noyce, Steve "??The Menace"?? Davis, Steve "??Smiley"?? Barnard e Mickey Hurcombe. La band, che ha all"??attivo 12 album in studio, ha esordito con Londinium (Island Records), un mix di progressive rock, trip-hop ed elettronica che li ha definiti subito come un progetto controtendenza. Quest"??anno gli Archive festeggiano il loro anniversario con un incredibile tour e con l"??uscita, prevista per il 10 maggio, di uno speciale cofanetto, 25 (Pias), contenente 43 delle loro migliori tracce su 6 CD e 8 inediti, incluso il singolo Remains Of Nothing realizzato con i Band Of Skulls.

«"? difficile capire come abbiamo fatto a restare insieme per tutto questo tempo, ma "? straordinario!» ha affermato Danny Griffiths. «Penso che sia perch"? Darius ed io ci sfidiamo costantemente, c'"? rispetto e comprensione reciproca. Andiamo sempre nella stessa direzione e abbiamo tanta voglia di sperimentare!».

Rating: 0 Voti
ci sarò
Caricamento in corso...
basta un click
Basta un click!